banner-venezianativa

Da visitare

 Home > Da visitare > Dettaglio

ISOLA DI MAZZORBO

Mazzorbo, "Maiurbium" a testimonianza della rilevanza assunta nell'alto medioevo, è oggi abitata solo da poche centinaia di persone e costituisce oramai un unicum urbano con Burano alla quale è collegata con un lungo e caratteristico ponte di legno. 

All'epoca del suo maggior splendore e sviluppo, erano operative nell'isola ben cinque parrocchie e cinque importanti monasteri (non tutti di perfetta moralità), principalmente a servizio dei nobili veneziani. 

Oggi Mazzorbo, sebbene mancante della gran parte delle emergenze architettoniche e culturali che potevano testimoniare la sua rilevanza storica perché demolita e/o saccheggiata dopo la caduta della Repubblica di San Marco e la soppressione napoleonica degli ordini religiosi, offre comunque al visitatore attento e curioso l'opportunità di vivere situazioni del tutto particolari e di visitare alcune significative eccellenze architettoniche che, per significatività, rimandano alla gloriosa storia di questa isola e al suo rapporto con quelle vicine e con Venezia. 
Tra queste: la chiesa di Santa Caterina, i palazzotti gotici allineati lungo il canale principale e, all'estremità dell'isola di Mazzorbetto, immerso nel verde, la pre-esistenza di un forte austriaco del XIX secolo. 

Contribuisce alla definizione del nuovo paesaggio dell'isola anche il parco agricolo ospitato all'interno della Tenuta Venissa (ex Scarpa Volo) dove protetta, dalla presenza del basso campanile del XV secolo della chiesa di Sant'Angelo, demolita nell'800, è stata ripristinata con successo la coltivazione di un vitigno autoctono, la Dorona

Siti di riferimento:
it.wikipedia/wiki/Mazzorbo
www.invenicetoday.com/isole/mazzorbo